Business

I pagamenti nel 2021: più mobile e meno contanti

November 03, 2021 by Qonto Italia

L’innovazione tecnologica è uno degli elementi su cui si disegnerà il futuro del Paese, coinvolgendo differenti ambiti produttivi ed economici fra cui quello del retail.

Sebbene i pagamenti elettronici siano diffusi in questo settore da oltre un decennio, la pandemia ne ha accelerato l’adozione da parte di consumatori e rivenditori, permettendo loro di diventare parte integrante della trasformazione digitale del retail e sostenendone addirittura la crescita e la ripresa.

Secondo una recente analisi a cura di Oracle Retail, il 96% dei consumatori oggi afferma di avere intenzione di continuare a usare gli strumenti di pagamento contactless anche dopo la fine della pandemia.

Un trend e un’apertura all’innovazione confermata anche dai dati dell’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui nel primo semestre del 2021, nei negozi, 1 pagamento mobile su 3 è stato effettuato con Satispay, piattaforma di mobile payment alternativa ai circuiti tradizionali. Questo numero rappresenta  un valore complessivo di 300 milioni di euro e segna un incremento del 284% e del 196% rispettivamente sul numero dei pagamenti e del volume transato rispetto allo stesso periodo del 2020.

Pagamenti digitali 2021: effetto cashback

L’abbandono dei contanti a favore di strumenti di pagamento digitale, e soprattutto mobile, come nel caso di Satispay, è un dato che emerge chiaramente a livello nazionale dall’edizione semestrale dell’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, presentato in occasione del webinar “I pagamenti digitali in Italia nei primi sei mesi del 2021”.

Secondo questo studio, i pagamenti digitali nel primo semestre del 2021 hanno raggiunto in Italia quota 145,6 miliardi di euro (+23% rispetto al 2020), con una particolare crescita del Contactless (+66%) e dei pagamenti da Mobile e Wearable, che nel periodo analizzato raggiungono un volume transato di 2,7 miliardi di euro.

Nonostante le parziali chiusure nel primo semestre 2021 e la riduzione dei consumi per l’emergenza sanitaria, quelli che sembrano emergere quindi sono i risultati degli incentivi legati a Cashback e Super Cashback: nella prima metà dell’anno sono stati oltre 6,1 milioni gli italiani che hanno raggiunto la soglia delle 50 transazioni (il 12% della popolazione maggiorenne).

Pagamenti mobile e da wearable

Ad affermare il proprio ruolo di leader nella transizione verso i pagamenti innovativi è Satispay, il sistema di mobile payment indipendente dai circuiti tradizionali delle carte di credito e debito.

All’interno del segmento dei pagamenti da Mobile e Wearable, che vede la presenza di player internazionali come Apple Pay e Google Pay, Satispay arriva infatti a rappresentare il 30% dell’intero comparto, con 25 milioni di transazioni. 

Analizzando invece il volume transato attraverso sistemi non NFC (quindi non collegati al modello tradizionale delle carte di credito come quelli offerti da Big Tech), il volume complessivo dei pagamenti si attesta a 400 milioni di euro, di cui ben il 75% è passato da Satispay.

Satispay e Qonto a fianco dei professionisti

Per fornire ai propri clienti tutti gli strumenti necessari per far parte della trasformazione digitale dei pagamenti, Qonto mette a loro disposizione le funzionalità del servizio Satispay Business, innovativa piattaforma che permette di accettare pagamenti con qualsiasi dispositivo, in modo veloce, smart e soprattutto abbattendo le commissioni per gli esercenti. 

La partnership nasce con l’obiettivo di supportare le piccole e le medie imprese italiane nel processo di digitalizzazione dei pagamenti e della gestione delle finanze aziendali. 

Scopri tutti i vantaggi di Satispay riservati ai clienti Qonto: https://qonto.com/it/connect/satispay

Ti potrebbero interessare anche questi articoli: