July 15, 2020 by Qonto

Fatturazione elettronica rinvio

Fatturazione elettronica rinvio? Scopri quando si applica il rinvio di una fattura elettronica e conosci tutte le news con Qonto!

Ci siamo!

Prova Qonto gratis e senza impegno

Provalo gratis

Fatturazione elettronica rinvio? Sai di cosa si tratta? Capita spesso di sentir parlare di rinvio di fattura elettronica, ma cosa si intende e quando accade? 

Come forse saprai, la normativa in materia di fatture elettroniche è cambiata molto negli ultimi anni. Ti consigliamo di consultare il sito dell'Agenzia delle Entrate per consultare tutte le specifiche tecniche aggiornate.

Il 1º gennaio 2019 l'obbligatorietà di fatturazione elettronica - già esistente per la Pubblica Amministrazione (articolo 1, comma 209, legge n. 244 del 2007), -  è stata estesa anche per le operazioni B2B e B2C.

Ma quando accade, quindi, di trovarsi nella condizione di un rinvio? La risposta implica necessariamente un approfondimento della tematica relativa alle sanzioni possibili. 

Obbligo di fattura elettronica: cos'è?

Come forse saprai, la fattura elettronica è un documento digitale redatto in formato Xml che sostituisce la vecchia fattura cartacea. La sua trasmissione avviene tramite l'apposito sistema gestito dall'Agenzia delle Entrate: il Sistema SDI.

I vantaggi della fattura elettronica per imprese e professionisti sono molteplici, come il minore utilizzo della carta e il risparmio di denaro.

Sistema SDI, l'addetto alla revisione 

Come accennato, il Sistema SDI è un sistema gestito dall'Agenzia delle Entrate al quale vengono inviate tutte le fatture elettroniche emesse. Il Sistema SDI effettua infatti i controlli sulle fatture e, dopo aver verificato la correttezza delle informazioni, invia tutti i documenti ai destinatari.

Nel dettaglio il Sistema di Interscambio:

  • verifica che nella fattura elettronica siano presenti almeno le informazioni minime obbligatorie per legge (art. 21 ovvero 21-bis del Dpr n. 633/1972). Si tratta degli estremi identificativi del fornitore e del cliente, il numero e la data della fattura, la descrizione della natura (con relativi codici natura), quantità e qualità del bene ceduto o del servizio prestato, l’imponibile, l’aliquota e l’IVA.
  • verifica che i valori della partita IVA del fornitore (cedente/prestatore), della partita IVA del cliente oppure del Codice Fiscale quando si tratta di consumatore finale (cessionario/committente) siano realmente esistenti (riscontrabili in Anagrafe Tributaria).
  • controlla che sia inserito all'interno della fattura l’indirizzo telematico dove recapitare il file, ovverosia che il campo «Codice Destinatario» sia correttamente compilato
  • si accerta che i valori dell’imponibile, dell’aliquota e dell’Iva siano tra loro coerenti. 

 

Quando un'impresa o un professionista si trovano ad inviare fatture elettroniche a consumatori privati privi di partita IVA dopo una cessione di bene o servizio, possono scegliere di inviare anche il documento privo di firma digitale. 

 

Cosa accade in caso di errore nella fattura elettronica?

Quando vengono rilevati degli errori o delle mancanze all'interno della fattura elettronica analizzata, il Sistema SDI si trova a dover scartare la fattura e a rinviarla all'emittente con il nome di "ricevuta di scarto" entro 5 giorni dalla sua ricezione.

Il Sistema SDI invia la ricevuta di scarto allo stesso indirizzo PEC o allo stesso canale telematico che ha inviato il documento al sistema e la rende disponibile all'interno del portale Fatture e Corrispettivi. 

Fatturazione elettronica rinvio

Fattura elettronica rinvio? È in questo caso che entra in gioco il secondo invio della fattura da parte dell'emittente! Dopo aver corretto l'errore, l'emittente si trova a dopo effettuare il rinvio del documento al Sistema.

Come suggerisce l'Agenzia delle Entrate e come indicato nella circolare 13/E del 2 luglio 2018, occorre compilare la fattura corretta inserendo la data e la numerazione di quella scartata. 

Tali dettagli servono all'Agenzia delle Entrate per verificare in maniera rapida l'unicità e la congruenza delle fatture. 

Come risparmiare tempo prezioso?

Imprese e professionisti non possono ormai più fare a meno delle fatture elettroniche. Per gestire al meglio il proprio business e le spese della propria attività sono quindi necessari strumenti e funzionalità capaci di supportare anche la contabilità.

Uno strumento che presenta altrettanti vantaggi per un'impresa o per un professionista è il conto aziendale. 

A seconda della tipologia di business, un conto aziendale può essere sia obbligatorio che facoltativo. A prescindere da questo, i suo utilizzo non può che essere positivo.

Imprese e professionisti hanno oggi la possibilità di scegliere tra conti correnti tradizionali o conti online, come Qonto.

Perché scegliere Qonto?

Qonto è il conto business 100% online nato per semplificare la quotidianità contabile e finanziaria di PMI e professionisti. 

Qonto può essere utilizzato in aggiunta o in sostituzione di un conto tradizionale ed è gestibile in tempo reale grazie ad un'app intuitiva (via mobile e via web).

Puoi categorizzare le tue spese e offrire accessi dedicati al tuo team o al tuo esperto contabile. Qonto nasce infatti per ottimizzare la gestione non solo finanziaria ma anche contabile di imprese e professionisti.

Ottimizza la tua quotidianità con Qonto

Qonto è il conto business online che ti permette di semplificare la gestione finanziaria e contabile del tuo business.

Provalo gratis