May 22, 2020 by Qonto

Carta carburante elettronica: di cosa si tratta?

Ti sposti spesso in auto per motivi di lavoro? Scopri tutte le caratteristiche della carta carburante elettronica, uno strumento in grado di semplificare la tua quotidianità.

Ci siamo!

Prova Qonto gratis e senza impegno

Provalo gratis

Quando si viaggia per lavoro e si effettuano trasferte, le spese di rifornimento per il carburante spettano alle imprese. Quando ti trovi a dover anticipare questa tipologia di importi, l'azienda presso la quale lavori come dipendente deve effettuare un vero e proprio rimborso spese. 

Addio alle vecchie schede carburante

Utilizzando una carta comunemente definita "carta carburante elettronica", si può pagare il carburante con carta ed evitare di anticipare l'importo. Esistono diverse tipologie di carte carburante (anche con IBAN aziendale) nate per far fronte alle nuove normative in materia di fatturazione elettronica. La carta carburante elettronica offre vantaggi per i titolari delle imprese e per i dipendenti e consente di eliminare le tradizionali schede carburante

Cosa si intende per carta carburante elettronica aziendale?

Con carta carburante elettronica aziendale si intende una carta di debito, una carta di credito o una carta prepagata fornita dall'azienda ai dipendenti per pagare le spese relative al carburante durante trasferte lavorative. Grazie a questo specifico strumento di pagamento, dipendenti e titolari possono adeguarsi alle nuove normative, prediligere la fatturazione elettronica e eliminare le vecchie schede carburante. Queste ultime erano infatti dei documenti utilizzati da imprese e professionisti per detrarre l'IVA in seguito all'acquisto di gas, diesel o benzina. 

Obbligo di fatturazione elettronica

Il 1° gennaio 2019 è entrata in vigore in Italia una nuova normativa (Direttiva europea 2014/55/UE) in materia di fatturazione elettronica e di recupero dell'IVA, in seguito alla quale:

  • è stato mantenuto l'utilizzo di una carta carburante;
  • è stata eliminata la vecchia scheda carburante.

Infatti, con la nuova normativa, i dipendenti possono pagare esclusivamente in formato elettronico, mentre un benzinaio deve registrare tutti i dati del cliente. Proprio per questo la scheda carburante è stata eliminata ed è scattato l'obbligo di fatturazione elettronica.

Quindi - secondo la normativa entrata in vigore il 1 gennaio 2019 - per usufruire della detrazione IVA per le spese aziendali occorre la fattura elettronica. Se un'azienda desidera recuperare l'IVA sulle spese di carburante, i dipendenti dovranno effettuare il pagamento con mezzi tracciabili ed ottenere la fattura elettronica per email. Come anticipato, non devono più essere utilizzate le vecchie schede carburanti cartacee aziendali. 

Carda carburante: i vantaggi

Quando si adotta una carta di debito o di credito adibita al pagamento di gas o benzina (una carta carburante aziendale), i dipendenti non devono più anticipare i soldi per pagare il carburante. In questo caso, infatti, il pagamento viene addebitato direttamente sul conto corrente aziendale. I vantaggi di queste carte aziendali per le imprese sono moltissimi. Si tratta infatti di:

  • un servizio mirato;
  • pagamenti tracciati;
  • spese e acquisti facilmente monitorabili.

In questo modo si evitano gli scontrini, le problematiche relative alla fattura e alla detrazione dell'IVA. Le carte aziendali, anche virtuali (come quelle offerte da Qonto), sono sempre più utilizzate anche da liberi professionisti: si tratta di strumenti di pagamento collegati all'IBAN aziendale che consentono di semplificare la gestione della contabilità del business. A proposito delle carte offerte da Qonto, trovi tutte le informazioni necessarie direttamente sul sito.

Carta di credito, di debito o prepagata?

La cosiddetta carta carburante elettronica offre numerosi vantaggi ed è il mezzo ideale per adeguarsi alla normativa IVA. La carta carburante elettronica può anche essere una vera e propria carta prepagata, ovverosia una ricaricabile. In questo caso, però, è più complicato monitorare i pagamenti. Al contrario, con la carta carburante legata ad un IBAN aziendale, tutto il servizio è digitalizzato e il procedimento si realizza online tramite email. 

La scheda carburante elettronica: tutti i servizi

La carta carburante per fattura elettronica permette di fare rifornimento senza usare i contanti. Le spese vengono addebitate sul conto corrente aziendale. Le imprese ricevono online per email la fattura elettronica relativa alle carte aziendali, come previsto dalle disposizioni di gennaio 2019. Oltre alla benzina, il dipendente o il libero professionista possono acquistare presso il distributore anche accessori business per l'auto o pagare il lavaggio. Si tratta di un servizio pratico e comodo. La carta carburante per fattura elettronica universale consente di fare rifornimento presso qualsiasi distributore come Esso o Agip.

Con Qonto tutti i tuoi pagamenti sono al sicuro

Con Qonto sia tu che i tuoi collaboratori potete effettuare qualsiasi tipo di pagamento grazie a delle carte di debito Mastercard fisiche e virtuali collegate al tuo IBAN aziendale e gestibili direttamente da app.

Provalo gratis