May 22, 2020 by Qonto

Carta di credito aziendale nominativa: vantaggi e svantaggi

Sei titolare di un'impresa? Scopri come semplificare la contabilità e la gestione finanziaria del tuo business con carte nominative.

Ci siamo!

Prova Qonto gratis e senza impegno

Provalo gratis

Le aziende con più dipendenti si trovano a gestire varie e numerose spese che variano a seconda del mercato e  che hanno bisogno di un controllo, di una vera e propria tracciatura. Questo serve per rendicontare i movimenti del conto corrente da un punto di vista fiscale e contabile. Occorre inoltre scongiurare eventuali frodi e monitorare le spese aziendali effettuate dai dipendenti stessi. In tal senso, vengono in aiuto le carte aziendali - principalmente la carta di credito aziendale e la carta di debito aziendale. Si tratta di carte sempre più utilizzate dalle imprese e dai professionisti perché consentono di gestire più o meno al meglio il bilancio aziendale. Appoggiandosi a grandi circuiti come Mastercard, queste carte business hanno linee e funzionalità spesso dedicate a chi ha necessità di usarle per il proprio business.

Che cos’è una carta aziendale?

Una carta aziendale è una carta con un conto corrente business associato all’azienda che permette di gestire, attraverso il suo utilizzo, spese professionali come pagamenti delle utenze, pagamenti dei fornitori, dei collaboratori, delle spese viaggi, trasferte, ecc. Questa tipologia di carte ha numerosi vantaggi ed è ormai obbligatoria per un'azienda o per un professionista. Serve infatti per gestire e monitorare il denaro in entrata e in uscita, anche se le spese sono di basso importo. Esistono generalmente due tipologie di carte aziendali, quelle cosiddette "corporate" e le Business - pensate per professionisti e titolari di partita IVA. Le carte offerte da Qonto sono carte nominative Mastercard con le quali sia i titolari di un'azienda che i collaboratori possono effettuare spese o impostare i limiti. Le carta di debito nominative o non nominative sono infatti più sicure di carte di credito nominative o non nominative: consentono di monitorare e gestire senza eccessiva fatica il saldo del conto corrente.

Carta di credito

A differenza della carta di debito, la carta di credito aziendale nominativa o non nominativa consente di spendere importi maggiori rispetto a quelli disponibili nel conto. Questi vengono infatti anticipati dalla banca di riferimento e dovranno essere restituiti solitamente in un mese. Sebbene la carta di credito aziendale possa sembrare un'ottima opportunità, in realtà non consente di tenere sotto controllo in maniera accurata le spese proprio perché è possibile prelevare importi di denaro maggiori rispetto a quelli disponibili sul conto corrente aziendale. 

Differenze tra carta di credito aziendale nominativa e carta di credito aziendale non nominativa

Una carta di credito aziendale può essere nominativa o non nominativa. Per capire quale è più adatta alle esigenze del tuo business, devi tener conto delle tue esigenze aziendali. 

  • La carta di credito aziendale non nominativa è intestata alla società. Dà la possibilità di essere usata da diversi impiegati, soggetti e collaboratori. Le somme vengono addebitate direttamente all'azienda ma è complicato capire chi ha effettivamente realizzate una spesa.
  • La carta di credito aziendale nominativa è intestata direttamente al dipendente e tutte le spese sostenute sono sotto la sua responsabilità, sebbene rimangano a carico dell’azienda (come anche quelle relative al canone mensile).

La carta di credito aziendale nominativa consente di gestire più accuratamente le spese di tutti i dipendenti. È più sicura e semplice da gestire.

Vantaggi delle carte di credito aziendali nominative

Le carte nominative, quindi, sono più sicure e hanno sicuramente maggiori benefici a livello aziendale:

• Sono altamente affidabili poiché - oltre ad avere apposite procedure di sicurezza - consentono di verificare sempre l'autore di una spesa. 

• Permettono un puntuale monitoraggio dei costi e, quindi, delle spese dei collaboratori e i dettagli di ogni pagamento  (come quelli effettuati per eventuali trasferte). Bisogna però specificare che su questo fronte le carte di credito nominative sono certamente più convenienti rispetto a quelle non nominative, ma presentano svantaggi rispetto alle carte di debito nominative (con le quali non è possibile spendere un importo maggiore rispetto a quello presente sul conto aziendale).

• Permettono l’addebito posticipato a 1 o 2 mesi, senza alcun interesse aggiuntivo e senza commissioni.

• Come anche le carte non nominative, la carta di credito aziendale nominativa dà solitamente la possibilità di concordare un pagamento rateale e di godere di assicurazioni vantaggiose. Inoltre, la banca è in grado di proporre offerte personalizzate rispetto ai vari e diversi target a cui è destinata la carta.

Tipologie delle carte di credito aziendali nominative: Business e Corporate

Le carte di credito aziendali, a seconda della tipologia, si suddividono generalmente in:

Carte business o carte di credito business, pensate soprattutto per professionisti, lavoratori autonomi, commercianti, artigiani, ecc.

Linea corporate o carte di credito corporate, pensate per aziende con più collaboratori ai quali poter assegnare una carta per semplificare lo svolgimento del proprio lavoro, per sostenere le spese aziendali, oppure per accreditare loro benefit, polizze, rimborsi spese, ecc.

Carte di credito a saldo, prepagate o di debito?

La scelta di una o dell’altra tipologia di carta aziendale deve essere fatta pensando alle proprie necessità e alla stima del suo utilizzo, ponderando bene diversi aspetti.

Le carte di credito a saldo vanno scelte tra le varie tipologie che offre il mercato in base ai propri bisogni, tenendo conto dell’ammontare del canone, dei costi di commissione, dell’imposta di bollo e di quelli per l’invio dell’estratto conto. Una carta con addebito rateale richiede che venga preso in considerazione il TAEG applicato. Se il volume delle operazioni è alto e la carta è utilizzata in modo intensivo, i vantaggi possono essere non trascurabili.

Si deve tenere in considerazione, poi, che per risparmiare sulle spese di gestione si può scegliere una carta offerta da una banca online. Le carte online, sia di credito che di debito, sono a zero spese ed eliminano molte delle spese di gestione.

Le carte prepagate aziendali ricaricabili sono più indicate per piccole aziende con poco personale. Hanno il vantaggio di semplificare in maniera significativa la parte burocratica, snellendo la rendicontazione delle note spesa, dando possibilità ai collaboratori di ottimizzare i propri tempi e il proprio lavoro.

Le carte di debito aziendali nominative o non nominative sono invece la soluzione migliore per tutte le aziende che desiderano tenere sotto controllo quotidianamente e con semplicità le spese aziendali.

Semplifica la gestione delle spese aziendali con Qonto

Qonto è il conto business online collegato a carte di credito nominative per te e per i tuoi collaboratori, con le quali tenere sotto controllo i movimenti del conto corrente in semplicità!

Provalo gratis