September 15, 2020 by Qonto

Quanto costa aprire una partita IVA artigiano: tutti i dettagli

Sei un artigiano o un'artigiana? Scopri come aprire la tua partita IVA e quali gli obblighi da sostenere.

Ci siamo!

Prova Qonto gratis e senza impegno

Provalo gratis

Gli artigiani che decidono di lavorare come liberi professionisti devono aprire la loro partita IVA. Un artigiano o un artigiana in procinto di avviare la propria attività, dovrà necessariamente informarsi per aprire in maniera corretta e senza errori la propria partita IVA.

Sei un artigiano o un'artigiana e hai molti dubbi in materia di partita IVA? Ti stai chiedendo "aprire una partita iva quanto mi costa" o "come fare"? Quanto costa aprire una partita IVA artigiano? Qual è il regime fiscale da scegliere? Come fare per il pagamento delle imposte e il versamento dei contributi? Quali leggi e quali scadenze? Come fare la dichiarazione dei redditi e come comportarsi in materia di fatturazione elettronica? Che valore ha la partita IVA?

Le domande e i dubbi sono molti: per fare chiarezza, abbiamo pensato di scrivere questa guida e di fornirti tutte le informazioni necessarie. 

Cos'è una Partita IVA?

In primo luogo, per capire quanto costa aprire una partita IVA artigiano o - più in generale - professionista, è opportuno chiedersi e capire cosa sia una partita IVA. In Italia, tutte le volte che si parla di partite IVA ci si riferisce a un codice alfanumerico che viene attribuito a talune categorie di lavoratori non dipendenti o imprese, al fine di identificarli come contribuenti e permettere loro di adempiere alla scadenza di ogni imposta fiscale.

Pertanto, l'apertura della partita IVA si rende necessaria per tutti coloro che non possono essere qualificabili come lavoratori dipendenti e che sono in possesso di determinati requisiti.

Aprire partita IVA: quando è necessario farlo?

In linea di massima, l'apertura della partita IVA prevede la presenza di requisiti particolari che devono essere valutati prima dell'apertura: l'attività lavorativa non solo deve essere autonoma, ma deve anche avere il carattere di abitualità. Non è possibile dunque essere aprire la partita IVA se l'attività è occasionale.

È quindi possibile l'apertura partita IVA lavoratori dipendenti? No, la partita IVA è obbligatoria solo per professionisti che praticano un'attività abituale. Una prestazione lavorativa è abituale quando:

  • Ha una durata superiore ai 30 giorni all'anno
  • Il reddito annuo generato dall'attività supera la soglia minima di 5.000 euro di reddito annuo percepito con l'attività stessa. 

Come aprire una partita IVA per artigiani?

L'apertura della partita IVA deve ottenere essere realizzata quando si avvia la propria attività. Tale adempimento deve essere infatti effettuato quando si decide di aprire un'attività professionale. Ti stai chiedendo chi è che rilascia la partita IVA? Scopriamolo insieme!

L'apertura della partita IVA prevede la comunicazione all'Agenzia delle Entrate del codice ATECO, un numero relativo all'attività dell'artigianato che deve essere rilasciato dalla Camera di Commercio dopo l'iscrizione.

Per poter aprire la propria partita IVA, bisogna anche compilare un apposito modulo definito "modello". Questa documentazione dovrà essere comunicata o online o di persona, recandosi presso uno degli uffici di competenza. Inviare la richiesta di apertura della partita IVA online consente di usufruire di un vero e proprio procedimento semplificato.

Tutti i dettagli sull'apertura della partita IVA

Allo stesso ufficio poi occorre presentare il modulo AA9/12, se lavoratori autonomi o imprese individuali, o il modulo AA7/10, se società o associazioni.

Per aprire una partita IVA, si può procede anche attraverso i canali online oppure si può richiedere il supporto di contabilità a un commercialista. Da questo passaggio derivano ulteriori adempimenti relativi propriamente alla natura dell'attività svolta. Vediamo in questo caso quanto costa aprire una partita IVA artigiano.

Chi è un artigiano professionista?

Secondo la definizione della legge 443/85, l'artigiano è colui che realizza attività di impresa mediante il lavoro manuale. Si tratta di un'attività volta alla produzione di bene o di prestazione di servizi. Prima di iniziare la sua attività lavorativa, un artigiano o un'artigiana dovrà capire che taglio dare alla sua professione: abituale o saltuaria?

A seconda della natura dell'attività, entrano in gioco eventuali obblighi - soprattutto in materia di partita IVA - e agevolazioni. Chi apre una partita IVA, svolge un'attività abituale e non saltuaria. 

Quanto costa aprire una partita IVA artigiano?

Costo partita IVA artigiani: qual è? Esistono dei costi specifici per un artigiano che sceglie di aprire la sua partita IVA? Costo fisso o prezzo aprire partita: esiste? Come per qualsiasi professionista (truccatore o medico, ad esempio, o altre figure professionali), anche l'apertura della partita IVA per artigiani è sostanzialmente gratuita ma prevede dei costi per il suo mantenimento.

In questo caso, si tratta di scegliere a quale regime fiscale appartenere. Ad avere dei costi è invece il suo mantenimento. 

Esistono due tipologie di regimi fiscali:

  • Regime forfettario, detto anche regime agevolato
  • Regime ordinario.

Costo partita IVA artigiani e regimi fiscali

Aprire una partita IVA costo annuale? L'apertura della partita IVA non ha costi particolari: si tratta di un procedimento gratuito. Ad avere un costo sono tutte le successive fasi di gestione e il mantenimento stesso. Per questo esistono diversi regimi.

Per poter aderire al regime agevolate, occorre rispettare determinati requisiti. Il regime forfettario comporta il pagamento delle tasse nella misura di un'aliquota del 5% sul reddito per i primi 5 anni di lavoro, per poi salire al 15% dal sesto anno in poi. I costi a cui far fronte però non finiscono qui, poiché l'artigiano deve procedere all'apertura della propria posizione previdenziale presso la Gestione INPS artigiani e versare una somma  a titolo di contributo previdenziale.

Regime forfettario: quanto costa il commercialista o il supporto di un esperto contabile? In realtà il regime contabile non riguarda anche queste spese esterne e accessorio. In questo caso il costo dipende esclusivamente dall'esperto contabile stesso.

Così, anche per un artigiano o un'artigiana categoria quindi, può essere di grande aiuto il servizio di contabilità del commercialista per essere indirizzati verso il pagamento di ogni imposta in modo proporzionale alla propria situazione reddituale e rispondere adeguatamente alle prescrizioni della Camera di Commercio. Aprire una partita IVA costo annuale

I vantaggi di un conto corrente aziendale online

Sebbene spesso non ci si pensi, un conto corrente aziendale online può rivelarsi la migliore soluzione per gestire al meglio anche l'attività di un artigiano o di un'artigiana e tenere sotto controllo entrate e uscite. Sulla base di tutte le necessità legate ad un'attività artigianale, Qonto risulta essere un perfetto compagno di business. 

Qonto è il conto corrente aziendale 100% online per professionisti e titolari di partita IVA che che ti permette di risparmiare tempo prezioso. Potrai aprirlo in pochi clic e gestire tutte le tue spese professionali con estrema semplicità, grazie ad un'applicazione intuitiva con la quale monitorare in qualsiasi momento ogni movimento del tuo conto.

Qonto è il conto corrente che ottimizza la tua quotidianità

Qonto è il conto corrente che ottimizza la quotidianità finanziaria e contabile di PMI e professionisti.

Provalo gratis