Vuoi aprire una partita IVA online?

Con la partita IVA diventi imprenditore di te stesso e godi di autonomia e flessibilità. Aprire una partita IVA online è semplice e veloce. Con Qonto, il conto business 100% online, semplifichi la gestione finanziaria e contabile della tua attività.

Aprire una partita IVA per la tua attività

Hai maggiore controllo sulle condizioni di lavoro

Guadagni in base a quanto lavori e scegli tu la tariffa

Scegli i clienti con cui lavorare e i progetti più interessanti

Ti affermi come professionista competente e indipendente

Cosa c'è da sapere prima di aprire una partita IVA online

Partita IVA vantaggi e svantaggi

Partita IVA pro e contro? Capire cos'è la partiva IVA serve a comprendere i vantaggi e gli svantaggi relativi all'apertura di una partiva IVA.

Da lavoratore autonomo a partita IVA

Quando aprire partita IVA se si svolge un’attività in proprio sotto forma di prestazione occasionale per uno o più committenti?

Ricerca codice fiscale da partita IVA

Con il servizio Telemaco è possibile ricavare il codice fiscale di un'impresa individuale partendo dalla Partita IVA.

I limiti della prestazione occasionale

Quali sono gli obblighi e i limiti della prestazione occasionale di un lavoratore autonomo senza partita IVA?

Qonto: il conto business su misura per le partite IVA

Ideale come conto unico o come conto secondario;

100% online, intuitivo, senza costi nascosti

Semplifica la gestione contabile e finanziaria

Metodi di pagamento facili e veloci che ti fanno risparmiare tempo da reinvestire nella tua attività.

Raccomandato da oltre 150.000 clienti

Partite IVA per varie figure professionali

Partita IVA giovani

Partita IVA agricola

Partita IVA artigiano

Partita IVA medico

Partita IVA commerciante di auto

Come si può aprire una partita IVA per giovani in modo conveniente? Esiste un regime specifico?

 

Esiste una modalità con la quale un giovane può aprire una partita IVA in modo agevolato: si tratta del regime forfettario, detto anche flat tax.

Quali sono i requisiti che un'impresa agricola deve avere? Qual è il codice ATECO per gli imprenditori agricoli?

 

Per aprire una partita IVA agricola è indispensabile che gli imprenditori agricoli possiedano il titolo di IAP (Imprenditore agricolo professionale).

Sei un artigiano o un'artigiana e hai molti dubbi in materia di partita IVA?

 

Come artigiano ti occupi principalmente della produzione di beni o prestazioni di servizi fisici e se decidi di lavorare come lavoratore autonomo devi aprire la partita IVA.

Medico dipendente e partita IVA? Diventare un medico libero professionista?

 

Come medico hai la possibilità di esercitare l'attività come libero professionista, emettendo fatture e aprendo uno studio privato. Per farlo devi aprire una partita IVA.

Come aprire partita IVA da commerciante di auto? Come fare per trasformare la tua passione per le automobili in lavoro?

 

L'apertura della partita IVA è il primo passo per avviare la tua attività in qualità di commerciante d'auto, sia nuove che usate.

Partite IVA per varie figure professionali

Partita IVA giovani

Come si può aprire una partita IVA per giovani in modo conveniente? Esiste un regime specifico?

 

Esiste una modalità con la quale un giovane può aprire una partita IVA in modo agevolato: si tratta del regime forfettario, detto anche flat tax.

Partita IVA agricola

Quali sono i requisiti che un'impresa agricola deve avere? Qual è il codice ATECO per gli imprenditori agricoli?

 

Per aprire una partita IVA agricola è indispensabile che gli imprenditori agricoli possiedano il titolo di IAP (Imprenditore agricolo professionale).

Partita IVA artigiano

Sei un artigiano o un'artigiana e hai molti dubbi in materia di partita IVA?

 

Come artigiano ti occupi principalmente della produzione di beni o prestazioni di servizi fisici e se decidi di lavorare come lavoratore autonomo devi aprire la partita IVA.

Partita IVA medico

Medico dipendente e partita IVA? Diventare un medico libero professionista?

 

Come medico hai la possibilità di esercitare l'attività come libero professionista, emettendo fatture e aprendo uno studio privato. Per farlo devi aprire una partita IVA.

Partita IVA commerciante di auto

Come aprire partita IVA da commerciante di auto? Come fare per trasformare la tua passione per le automobili in lavoro?

 

L'apertura della partita IVA è il primo passo per avviare la tua attività in qualità di commerciante d'auto, sia nuove che usate.

Aprire la partita IVA online: domande frequenti

Che cos'è la partita IVA e quando è obbligatorio aprirla?

La partita IVA è un codice alfanumerico di 11 numeri, di cui i primi 10 hanno scopo identificativo mentre l'undicesimo viene assegnato per un motivo di controllo. Ogni partita IVA corrisponde univocamente a un contribuente (il titolare della partita IVA), sia esso una persona giuridica, ovvero una società, o una persona fisica.

 

A dover aprire una partita IVA sono tutti colo che esercitano un'attività economica abituale e continuativa in forma organizzata: lavoratori autonomi iscritti o meno ad un albo professionale (liberi professionisti), imprese individuali, ma anche imprese commerciali, industriali, artigiane, ecc.

 

Un'attività è considerata abituale e continuativa quando:

- Il compenso annuale supera i 5.000 euro.

- La durata della prestazione supera i 30 giorni.

Documenti necessari e vantaggi di aprire la partita IVA online?

Aprire una partita IVA online è una scelta. In generale, aprire una partita IVA online risulta più pratico e conveniente. Infatti, richiedendo la partita IVA online risparmi tempo prezioso ed eviti inutili file all'Agenzia delle Entrate o costi aggiuntivi per i servizi di consulenza del tuo commercialista. Aprire una partita IVA online è un procedimento facile e veloce.

 

Come aprire una partita IVA online? Innanzitutto, bisogna distinguere tra persone fisiche e i soggetti diversi dalle persone fisiche. In entrambi i casi devi scaricare e compilare un modulo:

 

Modello AA9/12: utilizzato per regolarizzare la posizione fiscale di imprese individuali e di lavoratori autonomi, ovvero dalle persone fisiche.

 

Modello AA7/10: utilizzato in caso di soggetti diversi dalle persone fisiche come società, enti e associazioni.

 

Nel modulo devi indicare i tuoi dati fiscali, il luogo dove svolgi l'attività, la residenza, il regime fiscale a cui vuoi aderire, le informazioni di base utili all'Agenzia delle Entrate e anche il codice ATECO, ovverosia un codice relativo alla tipologia di attività professionale.

 

Dopodiché devi registrarti sul portale Fisconline e seguire la procedura guidata per aprire la partita IVA. Qui devi allegare alla richiesta il modello precedentemente compilato. Per le partite IVA relative alle attività economiche svolte sotto forma di impresa è richiesta anche l'iscrizione al Registro delle imprese. Per effettuare l'iscrizione bisogna presentare la Comunicazione Unica d'Impresa alla Camera di Commercio localmente competente.

 

I vantaggi dell'aprire la partita IVA online consistono nel fatto che si riducono al minimo i costi. Infatti gli unici costi sono quelli relativi all'imposta di bollo. Affidandoti a un commercialista devi invece sostenere le spese relative al suo servizio di consulenza, anche per una semplice operazione di questo genere.

Perché aprire un conto business per partita IVA con Qonto?

Se stai aprendo per la prima volta una partita IVA probabilmente hai poca domestichezza con la gestione contabile e finanziaria. Qonto è un servizio su misura per professionisti e PMI che offre numerosi strumenti per l'amministrazione e il controllo delle operazioni in entrata e in uscita, e delle spese dei tuoi collaboratori.

 

Qonto mette a tua disposizione tutti i metodi di pagamento di cui hai bisogno come titolare di partita IVA: carte di debito Mastercard sia fisiche che virtuali, addebiti diretti, bonifici SEPA e SWIFT, Google Pay e Apple Pay. In ogni situazione avrai sempre il metodo di pagamento più adatto alle tue esigenze. Se ti serve puoi anche richiedere il POS senza dover sostenere costi fissi mensili o annuali.

 

Come se non bastasse, Qonto ti permette di compilare, inviare e pagare il modello F24 per il versamento dei contributi e delle imposte. Con Qonto hai gli strumenti ideali per semplificare la tenuta contabile e finanziaria della tua attività e la funzionalità necessaria per effettuare direttamente i versamenti, tutto in un'unica app.

 

Per facilitare ulteriormente la gestione delle tue operazioni quotidiane e degli obblighi fiscali legati alla tua partita IVA, Qonto ti dà la possibilità di offrire un accesso dedicato al tuo commercialista e ridurre così l'invio di dati sensibili. Il tuo commercialista può scaricare autonomamente i dati di cui ha bisogno per la tenuta contabile della tua attività.

Cos'è il codice ATECO e come scegliere quello giusto per la tua partita IVA?

L'apertura di una partita IVA implica la comunicazione all'Agenzia delle Entrate del codice ATECO. Questo codice numerico definisce la tipologia di attività che intendi svolgere con la tua partita IVA e serve all'ISTAT per la rivelazioni statistiche nazionali in ambito economico.

 

Tuttavia, il codice ATECO gioca un ruolo importante in quanto, nel regime forfettario, serve a stabilire il coefficiente di redditività della tua attività. Questo calcolo non riguarda invece il regime fiscale della contabilità ordinaria e della contabilità semplificata.

 

Il coefficiente di redditività è un numero percentuale che serve a calcolare il reddito imponibile dal fatturato totale. In base alla tipologia di attività che svolgi avrai un coefficiente di redditività diverso, il che significa che ti vengono riconosciute delle spese forfettarie legate alla tua professione. Questa percentuale viene sottratta dal fatturato totale della tua partita IVA, ottenendo il reddito imponibile dal quale calcolare l'imposta sostitutiva e i contributi previdenziali.

Contributi INPS: come funzionano i contributi previdenziali per le partite IVA?

Chi svolge un'attività lavorativa a partita IVA ha l'obbligo di versare ogni anno i contributi previdenziali. I lavoratori autonomi che non appartengono a un albo e che sono quindi sprovvisti di una cassa professionale, devono iscriversi alla Gestione separata dell'INPS.

 

L'aliquota relativa alla Gestione separata è del 25,72% e si applica al reddito lordo effettivo indicato nella dichiarazione dei redditi. Questo significa che come lavoratore a partita IVA paghi soltanto in relazione a quanto fatturato, ammesso il raggiungimento del minimale previsto per il periodo d'imposta relativo all'anno solare corrispondente.

 

Per quanto riguarda invece i liberi professionisti appartenenti a un ordine con cassa previdenziale dedicata, i contributi dipendono dalla cassa di appartenenza.

Sei pronto per iniziare?

Semplifica il tuo business